Post

PAROLE PAROLE PAROLE

Immagine
Oggi vi parlo di 2016. Della sua trasformazione. Del passaggio dal dire due parole ed essere un angioletto, al non finire mai di parlare ed essere un diavoletto con la faccia da angelo. Tutti i bimbi hanno i salti evolutivi. Nel giro di una settimana iniziano a fare cose prima mai viste ne provate. Con la scusa che 2016 è molto minuta e piccolina, e le sorelle riescono ad occupare tutto lo spazio vitale a nostra disposizione, spesso la consideriamo più piccola di quello che è. Mi sa che se ne è accorta, e quindi con i 3 anni, qualche mese fa, sono arrivate anche i fiumi di parole.
PARLA IN CONTINUAZIONEDa quando si sveglia a quando va a dormire (non fa il riposino dopo pranzo) lei parla sempre. Dice sempre qualcosa. All'inizio eravamo piacevolmente sorpresi. Adesso siamo disperati. Non possiamo iniziare a parlare che lei interviene. A tavola parla sempre, tanto che dobbiamo ricordargli di mangiare. E poi è un continuo "Perchè?". La conosco la fase del perché. So anche che…

DUE ANNI DI BLOG

Sono passati 2 anni dal primo post che ho pubblicato. E questo è il 200 esimo post che pubblico. Quest'anno sono passato a Blogger ed in questo post vi spiego le mie motivazioni. Intanto ringrazio veramente tutti i lettori e lettrici di questo piccolissimo blog. E' sempre un piacere ricevere i vostri commenti e conoscere le vostre opinioni sugli argomenti che propongo nei vari post che pubblico. Per me il blog è un mezzo per mettere nero su bianco le mie idee, le mie impressioni, le mie opinioni, le mie emozioni e tutto quello che mi passa per la mente, sempre cercando di rimanere nel tema della genitorialità. Tema con cui mi confronto e mi scontro quotidianamente cercando di fare il papà delle mie tre piccole pesti....piccole....quella di nove anni se gli dico che è piccola si arrabbia...anche quella di 6.....ed anche quella di 3.....Rettifico....le mie tre pesti.
DA WORDPRESS A BLOGGERCome sempre vado contro corrente. Di solito si passa da blogger a Wordpress(.org) non il con…

BERLINO, CITTÀ PER BAMBINI?

Immagine
La settimana di ferragosto l'abbiamo trascorsa a Berlino. Perché Berlino? Beh, l'avevamo visitata un capodanno di ben 15 anni fa, e ci siamo detti che saremo tornati in estate. E poi era la città con l'offerta migliore per quanto riguarda il volo. E visto che ormai siamo 5 paganti, e fondamentale cercare le offerte migliori per riuscire a non spendere una fortuna. Questa volta abbiamo volato con Easyjet. Era la prima volta con una compagnia low cost e ci siamo trovati molto bene.
Il viaggioVolare con i bimbi è decisamente meno snervante che farsi 10 ore di macchina. L'emozione del volo, gli spazi degli aeroporti e le mille distrazioni fanno trascorre anche i tempi di attesa senza nessun problema. Poi il volo Monaco Berlino dura una oretta. Tra decollo, atterraggio, pisciatina in volo di tutte e tre, il tempo passa in un attimo. Noi ormai partiamo quasi sempre da Monaco di Baviera. L'aeroporto è organizzatissimo, con grande attenzione e flessibilità per le famiglie c…

GIUDICARE

"Dai alzati dal passeggino.....lo abbiamo portato per tua sorella non per te....guarda quei bambini di stanno prendendo in giro...."
"Ed allora.....chi se ne frega....."
Questa risposta di 2013 mi ha fatto rimanere a bocca aperta. L'unica cosa che mi è venuta da dirle è stata:
 "...brava...."
In quel momento lei era stanca. Era tutto il giorno che eravamo in giro per Berlino. 2016 si era appena svegliata e non voleva stare sul passeggino. 2013 voleva solo riposarsi.
Chi se ne frega se quelli mi prendono in giroLa reazione di 2013 alla presa in giro di un gruppo di ragazzini che non si faceva gli affari propri, mi ha fatto capire quando il giudicare possa influire sulle nostre vite. Viviamo in una società che giudica. Ed il sentirsi giudicati può essere un forte peso per molte persone. Spero che 2013 mantenga questa sua barriera nei confronti del giudizio degli altri. 2010 ad esempio è già più influenzata dal giudizio degli altri. 2016 ancora è troppo picco…

VIAGGIARE - I MIEI ALLOGGI PREFERITI

Io ed i viaggi abbiamo un rapporto un pò strano. Un rapporto di amore ed odio. La mia curiosità mi porta a voler visitare tutti gli angoli del pianeta. La mia ansia rema contro così come questa cosa che non posso controllare tutto. Per fortuna mia moglie ama viaggiare. Anzi per lei il viaggio è una sorta di antistress. Così lei mi trascina ed io posso alimentare la mia curiosità. Una cosa che amo quando sono in un posto nuovo è non fare il turista. Mi piace vivere il posto come i suoi abitanti. Mi piace andare a fare la spesa nei piccoli alimentari. Camminare per le viuzze. Prendere i mezzi pubblici. Ritrovarmi a parlare con perfetti sconosciuti in lingue perfettamente sconosciute. Se anche a voi piace vivere così il viaggio in questo post vi racconto quali sono i miei alloggi preferiti.APPARTAMENTI Gli appartamenti sono gli alloggi ideali per integrarsi nella nuova località. Si è costretti ad andare a fare la spesa. E facendo la spesa si è a contatto con gli abitanti del quartiere, o …

ASPETTARE

In questi giorni di vacanza sparsi che caratterizzano questa estate (siamo appena tornati da Muenchen) la parola d'ordine per il sottoscritto è aspettare. Non avete idea del tempo che passo ad aspettare. Vivere con 4 donne significa aspettare (non insultatemi care lettrici). E se non lo capisci puoi impazzire.

Aspettare che si preparino per uscire Aspettare che tutte siano andate in bagno Aspettare che scelgano cosa mettersi Aspettare che decidano se scarpe chiuse o aperte Aspettare che finiscano di pettinarsi Aspettare nei vari negozi in cui si entra Aspettare la lettura del Menù Aspettare il termine dei litigi vari Aspettare per qualsiasi cosa
In un modo o nell'altro quando entri nel mondo femminile devi aspettare. Ed io aspetto. Cosa che non faccio volentieri. E se faccio qualcosa di diverso mentre aspetto stai pur certo che la colpa é tua che ti metti sempre a fare altro. Allora puoi solo aspettare. In piedi. A volte mi sembra che non arrivi mai il mio turno. Per me aspett…

Un...Lido di Classe

Immagine
Ecco terminato le nostre brevi vacanze al mare. Un altro assaggio. Quest'anno è così, il lavoro non permette pause più lunghe. Ma va bene così. Questa volta siamo stati a Lido di Classe. Uno dei lidi di Ravenna. Per noi non era una novità, perchè ci eravamo già stati quando 2010 aveva 3 anni, e 2013 era ancora nella pancia della mamma.
Consigliato per le famiglie con bambiniCi siamo tornati perchè avevamo un bel ricordo. Ricordo confermato quest'anno. Abbiamo ritrovato il posto tranquillo a misura di bambino. Ed abbiamo trovato anche un bel mare. Fondale basso. Acqua trasparente, e tanti piccoli abitanti del mare che hanno affascinato le mie bimbe. Si è sempre alla ricerca di mari lontani ed a volte ci dimentichiamo delle nostre coste. Se solo riuscissimo a valorizzare di più il nostro territorio. Abbiamo località stupende che dovremmo semplicemente valorizzare.
RavennaAbbiamo colto l'occasione di visitare Ravenna. Ho trovato una città turisticamente ben organizzata, con are…