BENVENUTE!...Bambini ed animali (istruzioni per l'uso)

Da poco più di un mese la nostra famiglia si è allargata con due new entry. Una si chiama, "Mimmi" e l'altra "Lilli". Sono sorelle, anche se non sembra, e stanno piano piano usurpando il terreno del vecchio di casa "Blacky", che però da bravo "nonno" le sta accettando come "nipoti".
In questi giorni ho potuto osservare come le mie figlie si stanno relazionando con queste gattine, e quanto importante può essere la presenza di un animale per i bambini. Ovviamente ci sono dei però, che devono essere presi in considerazione per una lunga convivenza pacifica.

Bambini ed animali

Bambini ed animali sono secondo me un binomio perfetto. Le mie bimbe hanno sempre avuto la fortuna di poter stare a contatto con gli animali. Il gattone Blacky le ha viste nascere tutte e tre e se le è annusate dal primo giorno che sono entrate in casa.

Poi vivendo tra le montagne le opportunità di venire a contatto con cavalli, mucche, capre, pecore, maiali, asini, etc sono moltissime. E noi, come genitori, non gliele facciamo mancare. 2010 poi ormai è da qualche anno che cavalca e quindi sta anche imparando come occuparsi dei cavalli. 2010 ed i cavalli hanno sempre avuto un rapporto sereno. Mi ricordo ancora quando aveva 3 o 4 anni che ce la siamo trovata in mezzo ad un gruppo di "Haflinger" che accarezzava un puledrino di qualche mese. I cavalli erano tranquilli, lei era tranquilla. Gli unici agitati erano gli altri genitori che cercavano di evitare che i loro figli seguissero mia figlia. Ma si sa, la paura gli animali la fiutano da lontano, e questo è uno dei però da considerare molto seriamente.

Mamma possiamo prendere un.....

Se sei una mamma o un papà sicuramente hai ricevuto questa richiesta. Spesso sono no categorici. Altre volte sono dei forse. Altre volte si decide di accogliere in casa un nuovo inquilino, che diventa a tutti gli effetti un componente della famiglia. 2016 nel quadretto "la mia famiglia" che ha all'asilo ci sono ovviamente anche le foto dei gatti. Ma prima di dire si alla richiesta di un bambino è opportuno fare opportune considerazioni:
1. Conoscete le esigenze dell'animale che state per adottare?
2. Chi si occuperà di lui?
3. Quanto tempo avete da dedicargli?
4. Chi si occuperà quando voi volete andare in ferie?
5. Cosa significa averlo per casa?
Queste sono le prime domande da porsi, prima di rispondere si ad una richiesta del proprio figlio.

Quanto conta l'esperienza

Secondo me, se siete alle prime armi, è meglio non assecondare la richiesta di vostro figlio. Un pò di esperienza è necessaria, per evitare problemi di convivenza tra i vari cuccioli di casa. Ad esempio mia moglie ha sempre avuto gatti, e per lei averne uno o tre non cambia molto. I gatti si sono ambientati subito, anche perchè mia moglie ha saputo rispettare spazi e tempi sia delle new entry sia del vecchio di casa. Allo stesso modo le bimbe hanno un punto di riferimento da seguire per imparare a gestire i gatti di casa. Se non si ha un minimo di esperienza c'e il rischio che la favola si trasformi in un incubo (forse ho un pò esagerato, ma era per rendere l'idea). La mia collega con il primo cane ha avuto solo problemi proprio perchè non aveva esperienza. Era diventato lui il capo branco.....e la situazione era diventata ingestibile. E se ci sono anche dei bambini può essere più complicato. Se non avete esperienza, ma volete fare lo stesso questo passo, informatevi molto bene. Se conoscete qualcuno fatevi invitare a casa così che potete vedere come è vivere con quel animale.

Responsabilità

Se alla fine siete decisi, ricordatevi che avere un cucciolo, di qualsiasi animale si tratta, è una responsabiltà. Responsabilità che i bambini possono imparare e che gli può servire quando saranno più grandi. Le mie bimbe adesso si occupano di dargli da mangiare, di pulirgli la lettiera, e di farle giocare. Ad esempio hanno imparato quanto sia importante farle giocare di giorno, perchè altrimenti di notte non si dorme.....perchè vogliono giocare e fanno un gran casino. Hanno imparato che il vecchio di casa è più furbo di quel che sembra e se non si sta attenti va a fregare il cibo delle piccole (infatti è ingrassato.......ed adesso .... dieta). Hanno imparato che se non puliscono la lettiera........beh potete immaginare.
Quando andiamo in vacanza i gatti rimarranno in casa ed almeno una volta al giorno un nonno passerà a dargli da mangiare ed a pulirgli la lettiera. Per fortuna la nonna ha sempre avuto gatti e quindi non ci sono problemi. Se non avete nessuno per delegare queste incombenze potrebbe essere un problema.

Un legame più forte dell'amicizia

Il rapporto che si crea con l'animale di casa è un rapporto molto speciale. Lo dice uno che è molto freddo e distaccato con gli animali. Però si crea lo stesso un rapporto di intesa. Fatto di gesti e suoni. Io ho sempre voluto un animaletto, ma per i miei la risposta era sempre no. Ho conosciuto mia moglie ed ho potuto osservare il rapporto che si crea con un gatto. Il suo gatto è sempre stato un pò geloso di me. Mi ricordo che alle 22 prontamente mi cacciava di casa. Quando è morto, ho visto quanto importante era per mia moglie, e quanto era diventato importante anche per me. Quindi mettete in conto che l'animaletto che decidede di adottare, poi diventerà parte della famiglia.

Non dimenticatelo

Una cosa importantissima. Tutti devono essere convinti di avere un animale in casa. Tutta la famiglia viene coinvolta. Non può essere solo di uno o dell'altro. Sicuramente ci sono animali che non coinvolgono direttamente tutta la famiglia, ma ritengono che sia comunque necessario che tutti siano daccordo. Gli animali vivono a lungo e non è detto che possiate occuparvi sempre di loro. Infine, fatevi consigliare da chi conosce bene quel tipo di animale (evitate i consigli dei venditori.... piuttosto andate in un ricovero per animali e chiede consiglio ai volontari ed ai veterinari che vi operano).





Commenti

Post popolari in questo blog

VIAGGIARE - I MIEI ALLOGGI PREFERITI

Una promessa che pesa come un macigno

HO MAL DI TESTA