VIAGGIARE - I MIEI ALLOGGI PREFERITI

Io ed i viaggi abbiamo un rapporto un pò strano. Un rapporto di amore ed odio. La mia curiosità mi porta a voler visitare tutti gli angoli del pianeta. La mia ansia rema contro così come questa cosa che non posso controllare tutto. Per fortuna mia moglie ama viaggiare. Anzi per lei il viaggio è una sorta di antistress. Così lei mi trascina ed io posso alimentare la mia curiosità. Una cosa che amo quando sono in un posto nuovo è non fare il turista. Mi piace vivere il posto come i suoi abitanti. Mi piace andare a fare la spesa nei piccoli alimentari. Camminare per le viuzze. Prendere i mezzi pubblici. Ritrovarmi a parlare con perfetti sconosciuti in lingue perfettamente sconosciute. Se anche a voi piace vivere così il viaggio in questo post vi racconto quali sono i miei alloggi preferiti.
APPARTAMENTI
Gli appartamenti sono gli alloggi ideali per integrarsi nella nuova località. Si è costretti ad andare a fare la spesa. E facendo la spesa si è a contatto con gli abitanti del quartiere, o del paese. Sia che si alloggi in un paese di 4 case sia che si alloggi in una grande capitale, il supermercato, il panificio, o la pasticceria sono i posti migliori per conoscere i tuoi nuovi vicini di casa. Mi ricordo ancora a Parigi, la panettiera dove di solito compravo le brioche per la colazione, dopo aver servito un gruppo di italiani, si rivolge a me dicendo "Ces touristes italiens", ed io divertito rispondo "Moi aussi", e lei meravigliata che fossi un turista. Pensava fossi uno straniero che si era trasferito a Parigi. Ma torniamo agli appartamenti.
Questi sono anche molto spaziosi e permettono ad una famiglia di 5 persone di riuscire a sopravvivere anche ad una giornata di pioggia. Anche dal punto di vista economico sono molto vantaggiosi. Tendenzialmente costano molto meno di altre sistemazioni anche se nelle grandi città grazie a siti come airbnb i prezzi sono saliti moltissimo negli ultimi anni. Ovviamente i servizi sono essenziali, ma per la mia idea di vacanza/viaggio sono ideali, e poi ci sono anche gli aparthotel che uniscono la comodità dell'appartamento ai servizi di un hotel. In questo caso i prezzi lievitano.
FATTORIE
Le fattorie sono l'alloggio preferito da me ed anche dalle mie figlie. Ovviamente non si trovano nelle grandi città. Per fattorie non intendo gli agriturismi a 5 stelle con piscina e spa, ma proprio fattorie attive che gestiscono anche alcuni appartamenti. Di solito sono pochi ed hanno dimensioni enormi. Si vive a stretto contatto con i proprietari ed i bambini se vogliono possono dare una mano in fattoria. Sono molto economici (non tutti). Il loro principale pregio é anche il loro difetto, ossia sono lontani dai centri urbani. Ti costringono ad usare di più la macchina, ma per un cittadino come sono io, la possibilità di guardare fuori dalla finestra a mezzanotte e non trovare nessuna luce se non la luna e le stelle, non ha eguali.
Nelle fattorie si entra poi in contatto con gli usi e costumi locali. Si trascorre del tempo con i proprietari e ci si sente a casa. In questi casi è più difficile non fare il turista, anche perchè nei paesi si conoscono tutti e quindi appena arrivi ti hanno già inquadrato.
OSTELLI
Gli ostelli sono l'alloggio più strano, ma dipende molto dalla qualità dell'ostello. Ad esempio nelle grandi città germaniche gli ostelli sono diventati degli hotel per famiglie. Settimana scorsa siamo stati a Monaco ed abbiamo alloggiato in un ostello vicino allo zoo dove ci siamo trovati benissimo. Un sacco di famiglie. Tutte con almeno tre figli. D'altra porte dove si trova un hotel con stanze familiari che non abbiano un costo di una Suite?. Gli ostelli però hanno servizi molto essenziali, ma se tutti hanno un senso civile basilare, si riesce ad avere un ostello pulito e ben gestito. Non tutti gli ostelli sono uguali. Prima di prenotare verificate le recensioni, specie degli utenti che hanno alloggiato con la famiglia.
B&B
I B&B originali sono molto belli (non intendo gli hotel che offrono solo la colazione). I B&B dove si alloggia in camere all'interno di case di privati ti offrono un contatto con la famiglia ospitante. Li usavamo quando eravamo in due. Adesso che siamo in cinque è praticamente impossibile. Però mi ricordo ancora una volta a Ferrara dove la proprietaria ci aveva preparato la crostata di prugne fatta in casa per la colazione al mattino, oppure a Roma dove i proprietari ci facevano trovare un vassoio di pasticcini ogni mattina.
HOTEL
Gli Hotel a me non piacciono. Adesso che siamo in cinque ancora di meno. Stanze piccole, costi eccessivi, orari fissi, troppa gente, troppi turisti, troppo casino. Se volte entrare in contatto con gli usi e costumi io personalmente li sconsiglio. Se poi sono l'unica soluzione disponibile ben vengano anche gli Hotel. D'altra parte dicendo Hotel prendo una fascia un pò ampia di alloggia sia per qualità, sia per servizi, sia per costi. Se posso scegliere preferisco gli hotel piccoli a conduzione familiare. Ma anche le grandi catene hanno i loro pregi ed a volte hanno anche delle camere familiari con angolo cottura. Nelle grandi città sono un buona soluzione quando non si trovano appartamenti a prezzi decenti.
RISPARMIARE
Le mie principali priorità quando scelgo un alloggio sono: dimensione, bagno privato e costo. Poi cerco di trovare qualche recensione (indispensabili per ostelli e hotel, mentre per B&B, fattorie ed appartamenti si può anche andare alla cieca). Di solito io cerco anche nei siti delle aziende turistiche. Spesso si trovano alloggi che non ci sono sui siti più famosi ed hanno costi molto inferiori e spesso una qualità molto superiore.

Vi ho descritto come vedo io i viaggi e dove mi piace alloggiare. Ed a voi dove piace alloggiare quando viaggiate??

Commenti

  1. Mitico! Anche noi appartamenti sempre, gli alberghi per me sono da aborrire: cioè... io vado in vacanza, e invece di avere più libertà mi ritrovo con orari fissi e tutti stipati in una stanza o due comunicanti? Tanto più che siccome andiamo sempre in montagna, escludo di passare tutto il giorno fuori, specie se piove. Serve un appartamento ampio dove ci sia spazio per giocare, gridare, divertirsi e anche girare in mutande, se ci va. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione. E poi con tre bambini sotto la pioggia è un pò un gran casino, specie se tutti vogliono tenere l'ombrello. Poi ci siamo proprio accorti che in mancanza di spazio le bimbe vanno fuori di testa, quindi appartamenti. Meglio ancora se fuori città, così sono ancora più grandi e costano di meno :-)
      Un caro saluto
      Lorenzo

      Elimina
  2. Per me è vacanza solo se non devo mai cucinare e pulire come nel resto dell'anno. Quindi in due era tenda o bungalow ij campeggio:massima libertà, molto economico e poi pranzo al sacco e cene al ristorante. In cinque, per il campeggio è ancora dura perché i gemelli sono piccoli, quindi lo sxorso anno appartamento e pure questo. Però non è vera vacanza, perché almeno un pò devo cucinare e, soprattutto, pulire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi di nuovo sul blog. Ho avuto qualche problema con il PC che ha deciso di non avviarsi più. In effetti hai ragione se in vacanza cucini e lavi come gli altri giorni non è proprio vacanza. Però non è la stessa cosa, e poi si può sempre andare al ristorante. Il campeggio a me non è mai piaciuto. Non sono contrario alla tenda, ma i campeggi se posso li evito come la peste.
      Un saluto
      Lorenzo

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Una promessa che pesa come un macigno

HO MAL DI TESTA