UN PICCOLO ESERCIZIO

La vita è un orizzonte frastagliato, pieno di alti e bassi. A volte i bassi sono molto bassi e pare impossibile ritornare ad una serena normalità.
E quando si pensa che ritornare alla normalità sia impossibile, allora si inizia ad autoalimentare la discesa alle profondità più buie. Quelle che non ti permettono di vedere nulla se non i tuoi pensieri.

I pensieri

I pensieri sono qualcosa di molto potente. Possono annientarti, ma possono anche risollevarti. Riuscire a riprendere il possesso dei propri pensieri è forse la soluzione per evitare che ti annientino.

Come fare?

E´ molto difficile. Ma c'é un esercizio molto semplice che può aiutare. Mi è venuto in mente l'altro giorno, e lo voglio condividere. Probabilmente è il risultato di tante letture di tecniche di rilassamento e sicuramente non ho inventato nulla. Ma mentre ci pensavo mi sono per così dire illuminato. Per qualcuno potrà essere la scoperta dell'acqua calda, ma a volte anche la banalità non è così scontata.

Esercizio

L'esercizio consiste nel respirare molto lentamente e profondamente (cercando di smuovere il diaframma), chiudere gli occhi, e concentrarsi su qualcosa che ti ha provocato un sentimento positivo di amore, gioia, felicità (che ne so, un abbraccio, un fiore, un panorama, un viso, un bacio, quello che volete). Una volta che si è focalizzato il momento cercare di riprovare lo stesso sentimento come se lo si stesse vivendo un'altra volta. Poi si cerca di rimanere i questo stato per qualche minuto o il tempo che si ha a disposizione. E poi tornare alle normali attività.

Secondi che si trasformano 

Ci sono momenti della vita dove i momenti felici sono pochi e durano troppo poco. A volte però quello di positivo che provi anche in un secondo, se riesci a ricordarlo e riprovarlo, con questo esercizio lo puoi mantenere per qualche minuto, così che un secondo diventa un minuto e poi magari 5 minuti, e poi 10 e così via. In questo modo forse nel buio trovi una luce da seguire. E magari ti riporta in superficie dove puoi nuovamente ammirare quell'orizzonte frastagliato che è la vita.

Commenti

  1. Esercizio apparentemente semplice ma sicure te non così facile daettere in pratica, eppur bellissimo. Io per farlo mi aiuto con le foto, per ri-immergermi in un momento felice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti l'esercizio non è facile da fare, specialmente da soli. Se un esterno ti guida è più semplice. Guardare le foto è un ottimo metodo per far riaffiorare momenti positivi.
      Un saluto
      Lorenzo

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Una promessa che pesa come un macigno

UN RIGIDO IMBECILLE

ACCONTENTIAMOCI