Vacanze Pasquali

Eccoci di ritorno da cinque giorni di vacanza in famiglia, tra alti e bassi, momenti positivi e negativi, nella meravigliosa cornice delle Alpi dell'Ammergau, ospiti di una graziosa fattoria che ci ha accolti con molto affetto.

IN ASCOLTO

Ho avuto moltissima difficoltà a rimanere in ascolto, un questi giorni, un pò perchè ho un sacco di rumore di fondo nella mia testolina pensante, un pò perchè le mie bimbe si sono messe di impegno a creare situazioni di disarmonia. Una cosa però è emersa in modo preponderante. 2010 non è capace di stare da sola. Fa di tutto per attirare su di se l'attenzione delle sorelle e se non ci riesce inizia con martellante insistenza a convincere le sorelle a fare quello che vuole lei. 2013 è ipnotizzata da 2010. Credo sia per disperazione. E' proprio un "sandwich". Da un lato non sopporta che 2010 la metta sempre nell'ombra, d'altro canto gli piace stare con sua sorella. Vorrebbe fare la sorella maggiore con 2016 ed invece 2016 segue di più 2010. In pratica è un gran casino. 2016 è in piena fase "Perchè non posso fare quello che fanno le mie sorelle????". E lo chiede a gran voce. Non in senso metaforico. Il volume della sua voce sta crescendo esponenzialmente.

TANTO SENTIRE

Come anticipato non è stato facile ascoltare ed il più delle volte ho sentito. Un pò per stanchezza ed un pò perchè anche se ascoltavo non capivo nulla. In questi giorni ho sentito tanti litigi, lamenti, e poi litigi e lamenti, e tanti litigi e lamenti. Ah dimenticavo. Una varietà di rispostacce, e poi capricci, urla, e l'intero repertorio che un trio di bambine dai 2 ai 8 anni può vantare.
Le mie figlie fiutano la stanchezza, come gli animali la paura. In questi giorni sia io sia mia moglie eravamo (e lo siamo ancora) molto stanchi sia fisicamente sia mentalmente. Troppi casini per la testa. In vacanza abbiamo ricaricato un pò le batterie del fisico, ma mentalmente siamo ancora in deficit. E le bimbe probabilmente lo hanno capito e ci hanno testato per bene. Ed infatti le gocce che hanno fatto traboccare il vaso sono state un pò troppe.

CHE BEL SOLE

Bisogna però dire che abbiamo trascorso delle belle giornate di sole insieme alle nostre tre lamentine litigiose. Il bel tempo ci ha permesso di fare un sacco di cose all'aperto. E quando siamo nella natura riusciamo tutti a stare decisamente bene. Come se tutti avessimo bisogno di spazio, di libertà, di autonomia. E cosa molto importante di tranquillità.

Così abbiamo visitato il bel castello Linderhof (piccolo, ma con un parco bellissimo),



la malga Kolbenalm (per raggiungerla ci vogliono un paio di ore di sentiero tutto in salita oppure una comoda seggiovia, noi abbiamo optato per la camminata),



il museo all'aperto Glentleiten (molto bello per i bambini con molte curiosità sulla vita rurale di un tempo)



e la gola Partnach (stupenda, ma evitate i periodi turistici, perchè le troppe persone fanno perdere il fascino di questo posto).



Inoltre abbiamo passato dei bei momenti in fattoria, dove le mie bimbe si sentono sempre a casa, tra mucche, vitellini da allattare, caprette, coniglietti etc.

SENTIRSI A CASA

Una cosa che mi fa sempre piacere è che le mie bimbe in vacanza si sentono a casa. Non le ho mai sentite lamentarsi del posto. Tanti lamenti, ma non riferiti al posto in cui siamo stati. In tante vacanze che abbiamo fatto, sempre in posti diversi, mai che le nostre bimbe ci abbiano detto "vogliamo tornare a casa". E vi assicuro che non andiamo sempre in posti paradisiaci o in hotel ultra fighi. Anzi. Noi siamo per la vacanza low cost. Fattorie e appartamenti sono i nostri alloggi preferiti. Ed alcuni appartamenti non erano il massimo del comfort. Credo che in fin dei conti, anche se non siamo la famiglia del "Mulino Bianco", ci vogliamo un sacco di bene e ci piace stare insieme.

PICCOLI CONSIGLI (PROMEMORIA PER LA PROSSIMA VACANZA)

In queste vacanza ci siamo resi conti di alcune cose che è meglio ricordarsi per la prossima vacanza e ve le propongo come piccoli consigli utili per organizzare delle vacanze con bambini di diversa età

  1. Organizzare le gite in funzione dell'età e dell'interesse di ogni figlia (ormai anche 2016 ha i suoi interessi e non possiamo dimenticarcene)
  2. Ogni due giorni di escursioni almeno un giorno di cazzeggio in fattoria/appartamento/B&B (con la scusa del bel tempo in questi 5 giorni le abbiamo sfiancate)
  3. Le escursioni che prevedono camminate è meglio organizzare in modo da farle camminare prima di mangiare (dopo un camminata si mangia più volentieri, tutto il piatto ed in silenzio, ed noi genitori ringraziamo)
  4. Organizzare le escursioni nel pomeriggio non è conveniente, sempre meglio farle il mattino (bimbe più riposate, e meno turisti)



Commenti

Post popolari in questo blog

UN RIGIDO IMBECILLE

DISCUSSIONI

APPARENTI APPARENZE