UN RIGIDO IMBECILLE


Ecco la mia descrizione piú appropriata. Sempre alla ricerca dei perchè, quando la risposta è davanti agli occhi. Anzi nemmeno davani agli occhi. La risposta sono io. Quando ti fai la domanda "Cosa ha mia figlia (o mio figlio) che non va?", la risposta é spesso e volentieri dentro di te. Solo che è piú facile cercare la risposta altrove. Una risposta che peró non troverai mai se cerchi nel posto sbagliato. Un pò come quando cerchi la matita che hai appena usato. Ti guardi intorno, chiedi a tutti dove é la matita, magari sgridi le bimbe perchè toccano sempre le cose che non devono. Poi vai in bagno, ti guardi allo specchio e la matita è li. Appoggiata sul tuo orecchio.

RIGIDO

Sono rigido, come un vetro. E come i materiali rigidi sono anche fragile. L'acciaio se cade non succede niente. Il vetro se cade si rompe. Non riesco a ponderare. Se c'è qualcosa da fare devo farla. Ho fatto un anno di psicoterapia dove mi è stato detto "Cambia il devo con posso". Più facile a dirsi che a farsi. Mi carico sempre le spalle del dovere di far funzionare le cose, quando invece è proprio questo mio modo di fare che crea problemi.

IMBECILLE

Sono un enorme inbecille, perchè alla fine mi scarico con le persone che so che non mi tradiranno mai. Ho la certezza del loro amore. E del mio amore per loro. Arrivi a casa, vedi che c'é un gran casino, che tutti hanno il muso, che una urla, che l'altra piange ed invece di portare un'ondata di felicità, ti incazzi e metti in castigo tutti. Sono proprio un imbecille.

VORREI ESSERE MA NON RIESCO

Vorrei essere un papá, ma non riesco. Oggi sono pessimista. E sono molto stufo di ciò. Mi basta un niente per farmi crollare. Vorrei solo un pó di semplicità in tutto. Ed il primo ad essere semplificato dovrei essere io. Ops un'altro "devo", non cambierò mai. Ops un'altro "mai". E´ meglio che mi fermo qua intanto sbaglio sempre. Ops un'altro "sempre".



Commenti

  1. Oddio, capisco troppo bene quanto scrivi...perchè è un periodo in cui mi incavolo e urlo perchè sono preda della mia mania di fare tutto quello che sento di dover fare e, non riuscendoci, scarico su chi non lo merita e mi vuole bene.
    Purtroppo non ho ricette miracolose, neppure consigli, ma passerà. Forza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per evitare queste situazioni in questi ultimi giorni sto cercando di lasciar scorrere le cose senza essere troppo rigido, ma non è semplice. In compenso se perdo un po' di rigidità ne guadagno sicuramente in serenità. Spero di riuscire a continuare su questa strada.
      Un saluto
      Lorenzo

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

VIAGGIARE - I MIEI ALLOGGI PREFERITI

Una promessa che pesa come un macigno

HO MAL DI TESTA